Ufficio Stampa

19^ EDIZIONE FATF 2017 concorso nazionale

#ROMEO&GIULIETTA ha portato a casa il titolo del prestigioso Festival, replicando il prossimo autunno al PICCOLO TEATRO di MILANO, con la seguente motivazione: “Rivisitazione di Romeo e Giulietta con invenzioni e innovazioni interpretative intelligenti e ironiche in una trasposizione quasi surreale e irriverente. Buona interpretazione che, giocando sulla famosa tragedia, rende movimentato e moderno il tema recitativo corale. Coreografie semplici ma efficaci danno ritmo a tutta la performance.

8^ Edizione del Franco Agostino Teatro Festival di Novara 2017

SPETTACOLO VINCITORE. Sezione Elementari Medie.

#ROMEO&GIULIETTA 

Con la seguente motivazione:

“Matura espressività mimica improntata da una ricca ed ironica trama di dialoghi. La gestione dello spazio è coadiuvata dalla costante coralità del gruppo. La composizione e scomposizione dei ruoli, unite alla drammaticità di alcune scelte scenografiche, fisiche e vocali, rendono il lavoro evocativo, ricco di spunti emozionali. La tradizione tramandata dal testo shakesperiano, insieme alla proposta di rilettura in chiave contemporanea, è stata valorizzata anche dalla scelta della lingua inglese per alcune sequenze.”

Regia: Stefano Tenconi

“Premio Dimidimitri” menzione speciale. Sezione Medie Superiori.

HAROLD

Con la seguente motivazione:

“Il suggestivo allestimento scenico fa da sfondo al forte impatto che voci e corpi generano sulla scena. L’ intensità con la quale i sentimenti vengono narrati è percepita in modo diretto, talvolta devastante, senza filtro, totalizzata da grande potenza espressiva. Il puntuale e partecipato omaggio a Pinter dichiara un’intensa attività laboratoriale.”

Regia: Stefano Tenconi

“Pinocchio…una specie” spettacolo vincitore all’ ADMAIORI Festival 2016.

ADMAIORI Rassegna Nazionale di TeatrEducazione – Maiori (SA) 5-14 Maggio 2016

Premio “Associazione/Laboratorio” Giovani con la seguente motivazione:

Una intelligente regia da senso, vita, concretezza e trama teatrale alla performance utilizzando una buona esperienza laboratoriale sull’ uso dello spazio, della voce e della gestualità corporea. Operazione drammaturgicamente stilizzata, senza soluzione di continuità che unisce, coinvolge due gruppi che, come per osmosi si intrecciano, si separano e tornano insieme, creando una pregevole sinergia e dando sviluppo teatrale a tutta la rappresentazione. Un appropriato uso della maschera larvale crea suggestioni ed emozioni che arrivano al pubblico nel finale dal forte impatto performativo.

Regia: Stefano Tenconi